Il trattore rampante

________________________________________________________________________________________________________________________________

 

olio su tela 30x60 cm realizzato del 2012, il quadro fa parte della serie di opere dedicate alla prevenzione nei luoghi di lavoro intitolata "MOviMENTI PERICOLOSI"

 

__________________________________________________

 

Per approfondimenti sono consultabili dal sito INAIL

Linee guida : adeguamento trattori agricoli o forestali con piano di carico

 

 Rischi derivanti dall'uso del trattore

L’agricoltura, insieme all’edilizia, alla meccanica e alle lavorazioni del legno, è fra i settori con il più alto numero di infortuni spesso anche gravi e mortali. L’agricoltura, oltre ai normali lavoratori dipendenti, impiega molti lavoratori autonomi e coltivatori diretti, ma anche altre forme di lavoro precario per brevi periodi (anche con contratti di pochi giorni). Molte altre persone si occupano di agricoltura anche solo per passione o per hobby, aumentando notevolmente il numero di addetti spesso improvvisati ed inesperti.

 In questo settore viene spesso fatto uso del trattore, macchina che comporta rischi infortunistici molto elevati, soprattutto per il conducente. Alla guida del mezzo spesso si presentano condizioni di lavoro difficili, condizione atmosferiche avverse, terreni in pendenza e terreni difficili (smossi, fangosi, ecc). In queste condizioni può capitare infatti, che il mezzo si ribalti e spinga fuori dalla postazione di guida il pilota. Negli incidenti più gravi, il guidatore rimane schiacciato “sotto” la massa del trattore.

Talvolta è proprio il guidatore che a bordo del suo imponente “bolide” dotato di notevole potenza, come per sfida, affronta condizioni estreme, esponendosi ingenuamente al pericolo di ribaltamento.

Per ridurre i danni derivanti da questo pericolo, tutti i trattori sia su ruote che su cingoli devono essere dotati di un apparato che in caso di ribaltamento garantisca un volume di sicurezza in corrispondenza del posto di guida, trattenendo l’operatore al suo interno durante l’evento, senza schiacciarlo.  A questo fine i trattori devono essere dotati di una struttura di protezione (roll-bar o cabina) e un dispositivo di ritenzione che trattenga l’operatore al posto di guida (cintura di sicurezza, sportelli per la cabina). Nonostante questo sia un obbligo sarà capitato anche a voi di vedere “coltivatori” al lavoro con trattori privi di tali dispositivi!  Se questi sono vostri conoscenti, parenti o familiari, avvertiteli del pericolo che stanno correndo!.

I suddetti dispositivi esistono in vari modelli e ci sono di vari prezzi, possono e devono essere installati anche sui trattori “attempati” se ancora utilizzati per lavorare.

Il trattore deve avere anche un’altra importante dispositivo di sicurezza: la cuffia di protezione sul giunto cardanico, cioè sulla presa di forza posteriore. Infatti questo organo, quando è in movimento, se non è protetto, può causare infortuni per presa e trascinamento degli arti degli addetti.

 Chi utilizza questi mezzi deve aver ricevuto una formazione e un addestramento specifici, obbligatorio per i lavoratori dipendenti. Si ricorda, comunque, che le modalità d’uso corrette sono indicate sul libretto d’uso e manutenzione fornito insieme alla dichiarazione di conformità CE (obbligatoria per i trattori costruiti dopo il 1996) al momento dell’acquisto.

La manutenzione di queste macchine riveste un’importanza cruciale, ci sono parti che si consumano nell’uso quotidiano come gomme e freni ma nel lungo termine si deve anche fare attenzione alle parti in ferro o plastica della struttura che sottoposti alle forti vibrazioni, al fango e alle intemperie possono erodersi o svitarsi. Pertanto è necessario seguire scrupolosamente le indicazioni del costruttore e comunque effettuare verifiche periodiche di funzionamento e manutenzione nonchè un controllo della macchina nelle sue parti strutturali.                                                                                                                                 

   

 

 

Joomla templates by a4joomla