Il taglio dei rami secchi

 

____________________________________________________________________________________________________________________________

  

     

olio su tela 30x60 cm, realizzato del 2013, il quadro fa parte della serie di opere dedicate alla prevenzione nei luoghi di lavoro intitolata "MOviMENTI PERICOLOSI"

 

 

 

 

Rischi che si incontrano nella potatura degli alberi 

 Il taglio dei rami, degli alberi e delle siepi ogni anno procura un notevole numero di infortuni anche gravi derivante sia dalle cadute dall’alto che dall’utilizzo di attrezzature molto pericolose (motoseghe, tagliasiepi elettriche, decespugliatori). Spesso accadono anche a persone che in realtà non sono a lavoro, e quindi sfuggono alle statistiche ufficiali degli infortuni sul lavoro dell’INAIL, infatti spesso accadono a persone in pensione che sono rimaste o sono tornate a lavorare i campi, a persone che si improvvisano giardinieri del proprio giardino e spesso anche quello del vicino di casa o del parente (incoscienti che all’inconsapevole  “committente” gli deriverà una responsabilità per lo svolgersi del lavoro).

 Per effettuare tale attività in sicurezza per prima cosa che deve essere valutata, prendendo in considerazione l’altezza della pianta, il tipo di terreno, durata del lavoro,  se l’operazione da fare deve essere realizzata con l’uso di una scala (esistono scale apposite per la potatura di piante a basso fusto come ulivi che hanno tre montanti), o di una piattaforma (cestello) aerea, o di altre attrezzature per il lavoro in quota (scale aeree o tecniche di “tree climbing”), ma deve essere fatta attenzione anche alla scelta  dell’attrezzatura per il taglio. Si ricorda che per la potatura esistono piccole motoseghe molto bilanciate possono essere tenute fra le mani con poco sforzo, dovranno inoltre essere utilizzati anche dispositivi di protezione individuale per ridurre il rischio di taglio. Non dimentichiamo che la parte sottostante alla pianta dovrà esserne inibito l’accesso con delimitazioni o cartelli. Durante queste operazioni deve essere sempre presente almeno una persona a terra per aiutare, controllare, ed eventualmente prestare soccorso.

Quando si tagliano rami importanti si deve tenere in considerazione che il taglio può provocare movimenti del tronco dell’albero, colpi di frusta e altri pericoli.

Detto questo vi posso suggerire che non è il caso di improvvisarsi giardinieri per potare il pino nel giardino di casa, e neanche di chiamare lo zio in pensione che è un bravissimo tuttofare, ma rivolgersi a persone esperte, oltre a conoscere il rischio gli operatori devono essere informati ed addestrati per l’uso di tutte le attrezzature menzionate.

Linne guida: l'uso delle motoseghe portatili per potatura - Gli indumenti di protezione nell'uso di mooseghe

 

 

   

 

 

 

Joomla templates by a4joomla